Indice argomenti principali    
   
 Stampa   

Affascinanti viaggi alla scoperta di storie e curiosità di luoghi misteriosi da visitare, Ori e tesori nascosti da trovare, Misteri e curiosità delle piante e del cibo, Storie di Eroi Minori, Guide in pdf da scaricare gratis

Partenza per il

CENTRO ITALIA

SUD ITALIA

SARDEGNA & SICILIA

  Oppure vai  ai luoghi misteriosi di ogni singola regione

 CONCORSO LUOGHI E MISTERI    

Concorso Social di Luoghi e Misteri

2° edizione - concorso 2012

Titolo in concorso nella SEZIONE MISCELLANEA - più fiabe che leggende

L'anomalia terrestre

autore Cesare Cicconetti

Vai a votarlo

Recensione dell'autore
Il racconto, per la categoria miscellanea, è un misto tra fantasia e realtà, di quello, che dovrebbe essere accaduto, e che ha reso il pianeta Terra, un'anomalia; le differenti culture che si sono sviluppate sulla terra, impediscono, l'unità tra i popoli che abitano il pianeta.

 

 

 

L’anomalia terrestre

C’era una volta, nel quadrante alfa un pianeta di nome Terra in cui si sviluppò presto la vita, dopo la comparsa di ominidi scimmieschi, venne a formarsi nei vari continenti, una specie chiamata Homo Sapiens, che però a seconda del luogo in cui si è evoluta, ha assunto caratteristiche diverse. Nel continente chiamato Africa si sviluppò una razza umana con la pelle di colore nero, con capelli crespi, nel continente chiamato Europa invece una razza di colore rosa pallido, con capelli di colore variabile, dal biondo, al rosso e al nero, infine nel continente chiamato Asia si sviluppò una razza con la pelle di colore vagamente giallastro. Tutte queste razze, non ebbero modo di interagire tra di loro e ognuna di esse sviluppò una cultura diversa dalle altre, con diverse scritture, lingue e religioni.

Addirittura, nello stesso continente si svilupparono diverse lingue e alfabeti, come può essere quello greco in Europa, dove vigeva l’alfabeto latino. Più di duemila anni fa, in una penisola in Europa chiamata Italia, si sviluppò una civiltà che avrebbe tentato di portare la sua cultura in tutto il pianeta che all’epoca essi conoscevano. Purtroppo però questo tentativo fallì, perchè la corruzione e la cupidigia degli uomini, rese l’impero romano fragile ad altre popolazioni guerriere. Finito l’Impero romano,
il mondo, mediante guerre cominciò a dividersi in numerose nazioni, le quali tesero ad avere una propria economia e a svilupparsi singolarmente, avendo così un atteggiamento di chiusura e provincialistico. Questo atteggiamento portò ad odiare chi era diverso dagli altri , così nacque il razzismo che portò alla seconda guerra mondiale la cui conclusione divise il modo in due blocchi di influenza, quello americano e quello sovietico. Contemporaneamente i terrestri incominciarono a porsi il problema degli avvistamenti di oggetti volanti non identificati, i cosiddetti UFO. L’uomo cominciò a chiedersi che cosa fossero e da dove venissero, ma i governi delle varie nazioni, ebbero sempre un atteggiamento di copertura, negando sempre l’esistenza di tali oggetti. Comunque l’opinione più diffusa è stata sempre che fossero esseri venuti da altri mondi a visitarci. La domanda più ricorrente che gli umani si posero è perché questi esseri che vengono da altri mondi non si manifestano apertamente? Le risposte possono essere molteplici, ad esempio avevano paura di modificare il loro naturale sviluppo, oppure non trovavano un referente, essendo la terra divisa in centinaia di stati, che potesse rappresentare l’umanità intera. Tutto questo in un contesto ufficiale perché in realtà sembra che alieni di tipo umano  presero contatto con i capi di alcune nazioni terrestri, con i quali decisero che l’umanità ancora non era pronta per conoscere la verità, e in cambio del silenzio sulla loro esistenza, avrebbero dato ai terrestri la tecnologia di cui disponevano. Così dopo gli anni 50 ci fù una vera e propria esplosione di innovazioni tecnologiche, alcune vennero rese disponibili a tutta l’umanità, altre come quelle in campo militare, furono date esclusivamente a nazioni di lunga tradizione democratica come gli USA; così nacque lo Scudo Spaziale e la tecnologia Stealth.

Per far sì che gli extraterrestri potessero manifestasi a noi era necessario che la terra fosse governata da un unico governo, questo spinse gli USA ad intervenire militarmente contro nazioni non “democratiche” e ricche di petrolio, che era la risorsa energetica principale del pianeta, per poterle
controllare in attesa del grande evento, probabilmente una guerra, che avrebbe unito l’umanità sotto un unico governo. A sostegno di questa teoria si possono portare le dichiarazioni del premier Russo Putin, che parla di “Ambizioni pericolose”, le parole di Sarah Palin, candidata repubblicana alla Vice-Presidenza, che parla della guerra in Irak, come di un “Disegno divino”. Ovviamente tutto ciò porterà alla realizzazione di un modello di società rivoluzionario, magari sul modello di Gene Roddemberry (Star Trek), dove non vi sarà più povertà , denaro e ovviamente non vi saranno più guerre.
10/09/12
                                                                                            Cesare Cicconetti

 Vai a votarlo

Torna all'indice dei titoli in concorso

 

   
 Stampa