Login    lunedì 21 agosto 2017  

 

 

 INDICE GENERALE    

INDICE DEL SITO

Dove andare in 

NORD ITALIA    

CENTRO ITALIA    

SUD ITALIA   

ISOLE MAGGIORI

-

MAROCCO

   
  

PER LA RICERCA NEL SITO


 
 
Viaggiare tra storia, cultura, misteri e fantasia

qui troverete le indicazioni per trovare posti originali delle Marche,  luoghi di una regione misteriosa ed affasciante con i racconti e le storie,  le passioni che li hanno animati 

Da qui inizierete il viaggio verso i luoghi e i misteri della regione

I luoghi in cui sono nascosti tesori, dell'arte, della passione o "semplicemente" d'oro e gioielli ma comunque sempre da visitare per i loro misteri e le loro storie avvincenti,le loro leggende magiche e  ricche di fascino.

Qui vi suggeriamo e vi raccontiamo posti da vedere, da visitare o di cui ricordare la storia e la leggenda che li circonda.

Se volete fare un viaggio nelle Marche, se cercate un posto per un viaggio in camper alla scoperta di parchi e di

luoghi  da vedere per il fascino che emanano

Città, paesi, rocche e castelli, costruzioni ed ambienti medioevali, da rivivere lasciandosi avvolgere dalla poesia e dalla fantasia

  

 Appello dei Templari di San Bernardo

I tesori di Senigallia

Il dito del diavolo - Ascoli

La Pasquella- Montecarotto (AN)

Il lago magico di Ponzio Pilato

Ascoli ed altri misteri - Piagge - Colle San Marco

Montedoglio

Il castello di Montevecchio

(tesoro compreso)

 




Attenzione alla magia ed ai suoi effetti nocivi, purtroppo ci sono molte persone che cercano di approfittarsi dei più deboli.

Se solo temete di essere in difficoltà non ricorrete alla magia

Il sentiero della ricerca sulla magia può essere percorso solo da persone equilibrate e serene

Qui sotto vi riporto un appello sulla magia lanciato  nel 2001 dai vescovi delle Marche   (si ! proprio pochi anni fa)

 

  


Templari di San Bernardo

Congregazione laicale cattolico-cavalleresca di ispirazione templare
 
 
 
 Religioni, filosofie e sette
 
 
 
DOCUMENTO DEI VESCOVI DELLE MARCHE SULLA "MAGIA"

"Preso atto di una certa diffusione, anche nelle nostre Diocesi, dei cosiddetti "Nuovi movimenti religiosi", di "pratiche magiche" e di tecniche che si presentano di "guarigione" o di "benessere" noi Vescovi della Metropolia sentiamo il dovere di richiamare all'attenzione dei sacerdoti, dei diaconi,dei religiosi e delle Religiose,di tutti i fedeli, sulla serieta' del fenomeno e delle conseguenze nocive che puo' produrre nelle coscienze.

....omissis....

Pesaro 3 giugno 2001 (segue la lista dei Vescovi)

 

 

Torna ad inizio pagina       


 

Ascoli Piceno - Colle San Marco - Piagge ed altri misteri    

Al Colle San Marco e alla Montagna dei Fiori si arriva da Ascoli Piceno percorrendo una serie di tornanti, tra bellissimi castagneti, dai quali si gode il panorama della città. In prossimità di Piagge, piccola frazione con abitazioni del '500, sorge l'Eremo di San Marco (XII sec.), una chiesetta rupestre addossata ad una parete rocciosa.

A poca distanza un grosso sperone di travertino spunta dal bosco: è il cosiddetto "Dito del Diavolo", una alta pietra  dove ancor oggi si svolgerebbero rituali di fertilità ma che viene utilizzata come palestra di arrampicata per amanti del bouldering.

Chi voglia andare  a caccia di altri misteri ha importante materiale per la sua immaginazione ancora nei sotterranei della Villa del Balì,  forse luogo di iniziazione a ordini cavallereschi e di rituali esoterici e può cercare di dare una sua
lettura dell'ipogeo di Piagge, originale
ambiente sotterraneo  che servì forse da tomba o fu grotta eremitica o forse luogo di rifugio in momenti di pericolo per il piccolo castello sovrastante.


  Mistero è una parola dai molti significati. Chi voglia aprire uno spiraglio sui misteri di un cielo notturno o  della volta celeste ha a disposizione uno strumento di prim’ordine nell’Osservatorio astronomico e nel Planetario della Villa del Balì presso Saltara. Altri apparenti “misteri”, dalle illusioni ottiche ai paradossi della meccanica sono spiegati con chiarezza e rigore scientifico nei vari ambienti della villa che accoglie uno dei pochi aggiornatissimi musei della scienza presenti in Italia. L’edificio settecentesco rappresenta inoltre una delle tipiche residenze signorili di campagna, che le famiglie nobili delle vicine città costruivano come luoghi di delizia e di svago.

 

Se ne trovano un po’ ovunque nelle colline. Alcune, di notevole ampiezza, raggiungono anche un’elevata qualità architettonica e decorativa (vedi anche “La Palazzina”, non lontana dal Metauro in comune di S. Ippolito), altre sono più modeste (casini di campagna), ma sempre dignitose e costruite secondo moduli architettonici che le distinguono dalle umili case coloniche. Pregevoli esempi si trovano a Bargni di Serrungarina, con Villa Federici (1683) circondata da un piccolo bosco con rare specie arboree, e Villa Serafini (XIX sec.). A Mondavio si trova l’antico complesso di Villa Ginevri. A Montebello di Orciano è in restauro il bel Palazzo Roveresco.

 

 

Torna ad inizio pagina                                                  

 

Montecarotto (AN)

Il giorno dell’Epifania a Montecarotto è dedicato alla Pasquella uno dei più antichi canti rituali di q u e s t u a.

Il canto della Pasquella è uno dei più importanti rituali di questua del solstizio d’inverno ed è in via d’estinzione, come ricorda Gastone Pietrucci, uno dei rari volontari che ha setacciato tutte le Marche alla ricerca delle testimonianze orali.

Un canto che resiste solo in alcune zone del pesarese e dell’Umbria. In altre aree la Pasquella viene confusa anche con il canto di Sant’Antonio, di gran lunga più diffuso. Squadre di cantori passano casa per casa cantando strofe come augurio di salute, di benessere e di abbondanza, in cambio di piccole offerte di denaro, cibo e vino. Solitamente veniva cantato il giorno dell’ultimo dell’anno e la notte dell’Epifania (5 gennaio) da gruppi di questuanti nella classica formazione di tre elementi: organetto, cembalo, timpani (triangolo) e voci maschili. L’unica eccezione si registra nel fabrianese dove gli strumenti che accompagnano sono il violone, i violini, la fisarmonica o l’organetto.

Come tutti gli altri canti di questua, la Pasquella coincide con una data ben precisa del calendario agricolo ed è un rito propiziatorio legato a credenze precristiane.

Per comprendere esattamente quale fosse il contenuto del canto è interessante riportare integralmente una Pasquella che veniva portata nelle campagne dell’Ascolano
  nella zona compresa tra Appignano del Tronto e Castignano, come trascritta da Guerriero Carosi nel suo libro “Stornelli e proverbi. Filastrocche, canti religiosi, ninne nanne, indovinelli, parole e detti della mia terra”, un volume di grande importanza nell’ottica del recupero di tutte le tradizioni orali che vanno scomparendo.

“Pasqua, Pasqua è menuta/lu Segnore ce l’è mannata/ce l’è mannata chen tanta allegria/viava Pasqua e la Bifania/ Se me dete na saggiccia (salsiccia)/ i ve diche padrona ricca/e se vu nen me la dete/i ve diche padrona ingrate”.

http://www.comune.montecarotto.an.it/

 

Torna ad inizio pagina        

 

 

Altri luoghi misteriosi della regione

 Amandola (AP), San Ruffino - Una cura per l'ernia
 Ancona (AN) - Conservazione prodigiosa
 Ancona (AN), Portonovo - Il sigillo di san Benedetto
 Camerino (MC) - Una pietra portentosa
 Cingoli (MC) - Conservazione prodigiosa
 Civitanova Marche (MC), Civitanova Alta - Un cipresso sulla porta
 Cupra Marittima (AP) - Le meravigliose forme delle conchiglie
 Fabriano (AN), Marischio - Il magico quadrato del 'Sator'
 Loreto (AN) - La famosa Madonna Nera
 Loreto (AN) - La Santa Casa
 Macerata (MC) - L'ostia e il sangue
 Macerata (MC) - Un coccodrillo nel fiume
 Matelica (MC) - Il globo di Matelica
 Mombaroccio (PS) - Conservazione prodigiosa
 Offida (AP) - L'ostia profanata
 Osimo (AN) - Le cripte segrete e i Templari
 Sassocorvaro (PS) - Luogo di magia e di mistero
 Servigliano (AP) - Una complessa geometria
 Tolentino (MC) - La maestosa Madonna Nera
 Urbania (PS) - La chiesa dei morti
 Urbino (PS) - La 'citta' ideale' per eccellenza
 Urbino (PS), Canavaccio - Il magico quadrato del 'Sator'
Camerino (Mc): Chiesa di San Venanzio;
Cupra Marittima (Ap): Chiesa di San Martino;
Loreto (An): Santuario della Santa Casa;
Matelica (Mc): Museo civico;
Osimo (Mc): sotterranei;
Portonuovo (An): Chiesa di Santa Maria;
San Leo (Ps): fortezza e paese;
Sassocorvaro (Ps): rocca

 Luoghi Misteriosi in Italia    

Dove andare per scoprire

i luoghi più misteriosi

e curiosi in Italia

Abruzzo e Molise

   Basilicata

  Calabria

   Campania

 Emilia e Romagna

 Friuli Venezia Giulia

Lazio

  Liguria

   Lombardia

   Marche

   Piemonte

   Puglia

  Sardegna

  Sicilia

 Toscana 

 Trentino Alto Adige

 Umbria

Valle d'Aosta 

Veneto

   
 Stampa   

DOVE TROVARE UN TESORO ? SE SEI ALLA RICERCA DI UN VERO TESORO....ORO, AMICI, AMORE, CULTURA ?  CERCA QUI.

Se le hai provate tutte e non hai trovato un vero tesoro....allora prova qui

Oppure prova questa selezione

 

 


Vi invitiamo ad approfondire l'argomento "cookies" e vi informiamo che questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi bloccare l'utilizzo dei cookies o solo avere maggiori informazioni vi invito a leggere: - Norme sulla privacy seguite da Google - da EADV e anche QUESTA SPECIFICA INFORMATIVA SINTETICA E/O ESTESA (cliccare sulle frasi sottolineate):

 

Se non hai capito o non riesci a bloccare i cookies, esci da questo sito ma se continui nella navigazione accetti il loro utilizzo.

È concesso  il permesso di copiare, distribuire e/o modificare i testi nostri e di Wikipedia secondo le condizioni delle licenze Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported (CC-BY-SA) e, se non indicato diversamente, GNU Free Documentation License, versione 1.3 o qualsiasi altra versione pubblicata successivamente dalla Free Software Foundation,
 
E' obbligatorio menzionare come fonte questo sito
   LUOGHI DA VISITARE NEL CENTRO ITALIA * posti da vedere nelle Marche
Copyright (c) Krsna Deva   Dichiarazione per la Privacy