PER LA RICERCA NEL SITO

 Indice argomenti principali    

..

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e/o di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze.Se prosegui nella navigazione accetti il loro utilizzo. Per info leggi L'INFORMATIVA SINTETICA E/O ESTESA 

 Dichiarazione per la Privacy

 

INDICE ARGOMENTI PRINCIPALI

 Luoghi e Misteri

 

- LUOGHI MISTERIOSI DA VEDERE

 

 - COSA VEDERE IN OGNI REGIONE

 

- ALLA SCOPERTA DI ORO E TESORI

 

- CURIOSITA' E MISTERI DEGLI ALIMENTI

 

- ERBE E PIANTE TRA MISTERO E MAGIA

 

- I MISTERI DI ALTRI MONDI

 

- SPAZIO A DISPOSIZIONE DEI LETTORI / SCRITTORI

 

- Misteri e curiosità del mondo vegetale

- Eroi Minori

- Guide turistiche da scaricare gratis

------------------------

   
 Stampa   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e/o di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze.Se prosegui nella navigazione accetti il loro utilizzo. Per info leggi L'INFORMATIVA SINTETICA E/O ESTESA 

 Dichiarazione per la Privacy

 

..

Inizia un affascinante viaggio verso i

Luoghi del mistero

storie e curiosità di luoghi misteriosi da visitare, Ori e tesori da trovare, Misteri e curiosità delle piante e del cibo, Storie di Eroi Minori, Guide in pdf da scaricare gratis


Buon Viaggio
 

Elenco dei luoghi misteriosi suddivisi per regione geografica

 

 
Viaggiare tra storia, cultura, misteri e fantasia

qui troverete le indicazioni per trovare posti originali della Toscana,  luoghi di una regione misteriosa ed affasciante con i racconti e le storie,  le passioni che li hanno animati 

Da qui inizierete il viaggio verso i luoghi e i misteri della regione Toscana

I luoghi in cui sono nascosti tesori, dell'arte, della passione o "semplicemente" d'oro e gioielli ma comunque sempre da visitare per i loro misteri e le loro storie avvincenti,le loro leggende magiche e  ricche di fascino.

Qui vi suggeriamo e vi raccontiamo posti da vedere, da visitare o di cui ricordare la storia e la leggenda che li circonda.

Se volete fare un viaggio in Toscana, se cercate un posto per un viaggio in camper alla scoperta di parchi e di

luoghi  da vedere per il fascino che emanano

Città, paesi, rocche e castelli, costruzioni ed ambienti medioevali, da rivivere lasciandosi avvolgere dalla poesia e dalla fantasia

San Galgano - La spada nella roccia

La casa della Befana - Barga (LU)

Il Castello di Poppi

Tempio misterioso a Montefoscoli

Alpe della Luna

Il tesoro dei Cavalieri Templari a

Sovana - GR

Dove trovare, ancora oggi, gli Elfi della Sambuca

Sembra una storia fantastica ma è tutta realtà

PITIGLIANO

Tesori inaspettati

Villa Castello, i suoi giardini e la Grotta degli animali, la Chimera (Firenze da scoprire)

Il Mistero della cripta dei Re 

Abbazia San Salvatore (SI)

 I Tarocchi del Duomo di Siena

 Villa con fantasma a Segromigno

 Il Museo delle streghe a Villafranca

II fantasma di Bettino Ricasoli - Brolio (Si)

Il giardino dei Tarocchi - Capalbio (GR)

 

 

 

 

 Capalbio (GR). Il giardino dei Tarocchi.

 

Il giardino è in località  GARAVICCHIO, nel comune di Capalbio, ed  è abbastanza comodo arrivarci dall'Aurelia.
Quando sarete in zona seguite i cartelli marroncini che

lo segnalano, poi essendo praticamente in mezzo al nulla, non sarà difficile imbattercisi.


Ventidue gigantesche sculture multicolori, alcune anche abitabili, ispirate ai 22 arcani maggiori dei tarocchi. Un'opera monumentale, firmata dalla scultrice franco-americana Niki De Saint Phalle, che nel 1979, ideò il Giardino dei Tarocchi. Esso è ispirato al meraviglioso Parc Guell dell'architetto Gaudi' a Barcellona. In questo giardino esoterico, sono rappresentate le 22 carte dei Tarocchi (Arcani maggiori) in ciclopiche sculture, alte circa 12/15 metri, ricoperte di mosaici in specchio, vetro pregiato e ceramiche. Il giardino è costruito nelle meravigliose colline toscane, precisamente nella tenuta di Garavicchio Comune di Capalbio ed è aperto, in genere, dalle 14,30 alle 19.30 nel periodo da Maggio a Ottobre ma per sicurezza vi consiglio di chiamare prime al numero: 0564-895122

 

Altre foto potete vederle qui

 

Oppure guardate questi filmati (clicca su questo link)

 

 
  

 

La casa della Befana - Barga (LU)

 

 

E' sempre bello ricordare la dove vive la Befana. Anche se non si è prossimi al 6 gennaio è sempre nei nostri cuori e nei nostri pensieri l'eco delle grida dei bambini quando scartano i regali trovati nelle calze appese al camino.

Anche se si è lontani dagli echi del duro lavoro della simpatica vecchietta che "vien di notte con le scarpe tutte rotte" a distribuire dolci e balocchi ai più piccini, andare a vedere dove vive la Befana è sempre una piacevole occasione di gita.

Pensate sia lontano ? No ! la secolare nonna ha scelto la Toscana, anzi la Garfagnana, come sua dimora in attesa delle fatiche che l'attendono ogni anno.

Nei pressi di Barga, nel mezzo di un bosco di castagni vicino alla frazione di Pegnana, la Befana ha costruito una casetta di legno dove alloggerà tutto l'anno circondata da oche, galline e dal fedele asino. 

La casetta è stata inaugurata.....pardon.!!!... consegnata alla Befana dalla Provincia di Lucca e dal Comune di Barga il 4 Gennaio del 2010 e rimane a disposizione dei baby visitatori per tutto l'anno.  

E per le sue origini ecco alcune informazioni


Guarda le foto (clicca su questo link)


 

 

II fantasma di Bettino Ricasoli 

 

Dalle colline a oriente di Brolio scendono, per un tratto quasi paralleli, il borro delle Ripi e il borro dell' Ancherona, due piccoli corsi d'acqua profondamente incassati fra scoscesi dirupi boscosi. In uno di essi, secondo una tradizione narrativa molto diffusa nel Chianti, sarebbe confinata l'anima dannata dell'ultimo grande signore del castello: quel Bettino Ricasoli, morto nell'ottobre del 1880, cheaveva contribuito all'unificazione dell'Italia assumendo, nel 1859, la dittatura della Toscana, che aveva ricoperto per due volte la carica di primo ministro nel  periodo postunitario. L’ambiente è quello adatto per imprigionare una presenza diabolica. Secondo un ridda di dicerie e contadina e strutturatesi; rapidamente in una leggenda vera e propria, durante la cerimonia. funebre nella cappella sepolcreto che fa parte degli edifici di Brolio, si alzò un forte vento che spalancò porte e finestre spegnendo e facendo cadere i ceri disposti ai quattro lati del catafalco. Da quel momento lo spettro del barone apparve, a piedi o a cavallo, nei dintorni del castello e sui vialetti. La durezza dimostrata in vita, tanto da essere chiamato il barone di ferro, l’uso del potere politico per ottenere beni e possedimento, ma soprattutto la scomunica impartitagli dalla chiesa a cui aveva sottratto alcuni beni, sono la causa della dannazione e del ritorno dall’aldilà a mò di vendetta condanna. Ogni mattina, il letto del Barone veniva trovato disfatto come se qualcuno ci avesse dormito durante la notte. Alcuni lo hanno anche visto passeggiare per il bosco o procedere a cavallo accompagnato dal latrato di cani invisibili. Si dice che fosse solito (dopo la sua dipartita!) dormire ancora nel suo letto, sorseggiare alcuni bicchieri d'acqua e fumare ancora qualche buon sigaro che veniva ritrovato appoggiato sul comodino della sua sua stanza.