Login    venerdì 24 maggio 2019  

 Informazioni    

. .

   
 Stampa   
Affascinanti viaggi alla scoperta di storie e curiosità di luoghi misteriosi da visitare, Ori e tesori nascosti da trovare, Misteri e curiosità delle piante e del cibo, Storie di Eroi Minori, Guide in pdf da scaricare gratis

Partenza per il

CENTRO ITALIA

SUD ITALIA

SARDEGNA & SICILIA

  Oppure vai  ai luoghi misteriosi di ogni singola regione

 Il Castello di PIETRATAGLIATA - GRESTI

Vi consiglio di dotarvi di un buon metal detector ed alla prima occasione, magari abbinandola ad una piacevole gita, fatevi una bella passeggiata nei dintorni del castello e nella bella campagna circostante.  

Potrete trovare monete d'oro e d'argento, forse anche il leggendario tesoro, ma in in ogni caso sarà una bella scampagnata  non fosse altro che per il bellissimo panorama che si può godere dal torrione del castello di Pietratagliata.

Questo castello, più conosciuto con il suo nome popolare di castello dei Gresti (in dialetto: u castedd' î Grest),  si erge su una cresta in posizione solitaria vicino alla cittadina di Aidone.

 Il castello è stato quasi interamente scavato nella roccia  ed un alto torrione, di circa 36 metri, svetta dalla grande rupe sottostante, da cui è stato intagliato.

Attualmente visitabile, pur se di proprietà privata, nei tempi antichi fu centro influente soprattutto per la sua posizione strategica; intorno ad esso è sempre gravitato un centro abitato.

I primi greci qui avevano  un loro punto di avvistamento e controllo della direttrice che porta da Siracusa verso l'interno; successivamente divenne centro e presidio Romano nonché degli arabi 

La presenza di numerosi castelli similari (alcuni oggi riconoscibili solo dalla toponomastica) fa ritenere che il castello avesse sempre fatto parte della rete di segnalazioni ottiche, definite anticamente fani o fuochi, che consentivano di trasmettere rapidamente segnali a grande distanza, in questo caso lungo la direttrice: Enna - Valguarnera - Pietratagliata - Morgantina - Aidone - Mongialino - Mineo.

 

Testimonianza di questa lunga frequentazione sono i numerosissimi cocci ceramici che emergono ancora oggi dalla terra e che diedero anche il nome dialettale al castello (cocci, in dialetto "gresti").

 

Oltre a tali reperti archeologici, facilmente rinvenibili e di per sé già un tesoro, vi voglio segnalare che fin dall'Ottocento nei dintorni del castello furono trovate varie monete di argento e di elettro coniate da una zecca al seguito di un esercito punico (forse Ippocrate) ed alcune d'argento di Morgantina serie SIKELIOTAN. 

Una epigrafe, posta molto in alto sul prospetto settentrionale, ma soprattutto le monete ritrovate hanno alimentato la leggenda dell'esistenza di un tesoro nascosto nel castello o nei suoi dintorni.  

Questa epigrafe era  purtroppo riportata su una lapide, la cui esistenza è però ampiamente documentata in vari testi di storia locale, che purtroppo oggi non esiste più forse perché distrutta  a seguito di qualche crollo.

 

Secondo alcune voci sembra, però, che ancora oggi sia possibile ritrovare monete d'argento nei paraggi.

Il castello  è raggiungibile da Aidone percorrendo la SS 288, in direzione Catania, per circa 15 km, dopodiché ci si inoltra nella Strada Provinciale per Valguarnera che si percorre per 10 km circa.

Se preferisci proseguire nella ricerca di TESORI segui questo link

Oppure vai a visitare

Altri luoghi belli da vedere in Sicilia

 Indice argomenti principali    

   
 Stampa   

data-full-width-responsive="false">

   ALLA SCOPERTA DI SICILIA E SARDEGNA * Sicilia * Il tesoro del castello dei Gresti
Copyright (c) Krsna Deva   Dichiarazione per la Privacy