Affascinanti viaggi alla scoperta di storie e curiosità di luoghi misteriosi da visitare, Ori e tesori nascosti da trovare, Misteri e curiosità delle piante e del cibo, Storie di Eroi Minori, Guide in pdf da scaricare gratis

Partenza per il

CENTRO ITALIA

SUD ITALIA

SARDEGNA & SICILIA

  Oppure vai  ai luoghi misteriosi di ogni singola regione

Il tesoro e la Porta d'oro

 

Genniau è una località che si trova vicino a Sarrok sulla via che conduce a Pula. Qui le colline fiancheggiano la strada e la conducono formando una stretta in cui la via deve inerpicarsi per arrivare a Pul a.

 

E' una zona della sardegna bellissima in cui il mare assume colori indiscrivibili e le spiagge bianche ed immense ci accompagnano donandoci serenità e bellezza.

Qui potremmo dire di aver trovato un tesoro, tanto è bello il posto, ma non di natura e paesaggi vi voglio parlare, vi voglio arricchire in tutti i sensi, vi voglio raccontare una storia e soprattutto suggerire un posto dove trovare un vero tesoro, e se non troverete l'oro troverete senz'altro un pò di avventura, il piacere di una ricerca e di una scoperta, un luogo misterioso ed incantato da vedere e vivere, non passivamente ma nell'azione che la vostra fantasia saprà stimolarvi.

Giunti a Genniau vedrete una collinetta con la cima arrotondata cosparsa di rocce.
 

Di notte si sente provenire dalle viscere della collina un ronzio che si dice prodotto dalla "muska macedda". Se volete sentirlo più forte andateci nel giorno della Madonna del Carmine, poggiate l'orecchio sulle rocce e sentirete distintamente un ronzio proveniente dalla collina.

 

Ma qual'è la natura di questo ronzio simile a quello prodotto da un telaio ?

 

Molte leggende hanno un fondo di verità, spesso nascosto in credenze così assurde da renderle invisibili.

 

La Sardegna è maestra nell'arte della dissimulazione, dell'offuscamento così da nascondere alle menti ed agli occhi il lato oscuro della realtà.

 

La storia della Sardegna è affascinante, forse ben più di quella continentale. Una storia che attraversa i secoli con influenze e contaminazioni ricche di apporti culturali e di un profondo ed oscuro potere come solo il vero potere può essere.

 

In particolare è di estremo interesse il periodo storico che in parallelo vede sul continente lo svilupparsi l'Ordine dei Templari (ma quali sono le origini di quest'Ordine ?forse partono proprio dalla Sardegna come farebbe suppore questo documento ?)mentre in Sardegna governano i Giudici. Intorno all'anno Mille dal primo regno sardo con sede a Cagliari, gemmò quello di Torres (forse per investitura carolingia nel IX secolo) e, successivamente, quello di Arborea per gemmazione familiare. Per la Gallura si fa strada l'ipotesi di gemmazione dal ceppo familiare Lacon-Gunale cagliaritano, tuttavia non va ignorato il nome del primo giudice storicamente documentato nel 1050, Manfredi, che lascerebbe presumere un controllo diretto dei Pisani subentrato a quello autoctono a seguito dello scontro vittorioso con i pirati saraceni.

 

Oro dal sottosuolo, preziosi , spezie e broccati dal mare, in quell'epoca la Sardegna era un'isola ricca e potente, contesa dal mondo intero anche per le ricchezze che il suo sottosuolo custodiva.

 

E così mentre a Nord si combatteva ed al centro dell'isola, nel Goceano (l'ombellico del potere), si concentrava un potere immenso, al Sud si estraevano dalla terra grandi ricchezze, oro ed argento, metalli preziosi. Nacquero così grandi storie e leggende di  tesori sotterranei.

 

A quei tempi, al tempo dei Pisani, si dice che a Genniau ci fosse una miniera d'oro talmente ricca che la si teneva nascosta a tutti. Anche se se ne trovano tracce nella storia o almeno nei racconti tramandati, nessuno ancora sa dove fosse veramente. Allora il paese era prospero e la gente felice perchè il  padrone   della miniera divideva la sua ricchezza ed era magnanimo.

 

Si narra che il padrone avesse una figlia bella come una rosa, che era una meraviglia a vederla. Un giorno questa ragazza entrò nella miniera come spesso faceva per portare acqua e pane ai lavoratori. Quel giorno però cadde in un crepaccio e nessuno mai più la ritrovò. Fu cercata per molto ma senza risultato.

 

Alla fine il padre  si rassegnò ma nessuno ebbe mai più il cuore di rientrare nella miniera anche perchè di notte si sentivano strani rumori e gemiti, sembrava quasi il rumore di un telaio che tesseva.

Si disse che fosse l'anima della bella giovane che tesseva e tesserà con un telaio d'oro fino a quando non sarà liberata dalla sua grotta d'oro, dalla sua prigione chiusa da un masso d'oro.

 

E Genniau vuol dire proprio "Porta d'oro".

 

Vai agli altri Luoghi  e Misteri della Sardegna

Visita altri Luoghi dei Tesori

 Indice argomenti principali    
   
 Stampa