Login    venerdì 24 maggio 2019  

 Informazioni    

. .

   
 Stampa   
Affascinanti viaggi alla scoperta di storie e curiosità di luoghi misteriosi da visitare, Ori e tesori nascosti da trovare, Misteri e curiosità delle piante e del cibo, Storie di Eroi Minori, Guide in pdf da scaricare gratis

Partenza per il

CENTRO ITALIA

SUD ITALIA

SARDEGNA & SICILIA

  Oppure vai  ai luoghi misteriosi di ogni singola regione

Il mistero del fantasma (o dei fantasmi ?) del Lago di Bracciano 

 

Il lago di Bracciano, originariamente chiamato anche Lago Sabatino, è un lago di origine vulcanica a nord di Roma.

Non ha isole ma solo un piccolo emissario, il fiume Arrone che si getta nel mar Tirreno in località Maccarese.

Sulle sue rive sorgono i centri di Trevignano Romano, Bracciano e Anguillara Sabazia.

A due chilometri ad est del lago si trova il più piccolo lago di Martignano, anch'esso di origine vulcanica.

Già dal neolitico il lago risulta abitato perchè a 7,5 metri di profondità sono state ritrovate tracce di un importante villaggio sommerso popolato per circa cinquecento anni dal 5700 al 5200 a.C., con grandi case rettangolari (ne sono state scoperte sette) disposte ordinatamente.

Il villaggio, presumibilmente esteso su un’area di 25.000 m², fu abbandonato improvvisamente forse per un’inondazione.

Saltando tutto il periodo Romano ecco che il lago ritorna sotto i riflettori della storia nel periodo medioevale, quando le grandi famiglie feudali imparentate con i papi si contendevano il potere. Il suo apice di notorietà coincide con l'ascesa degli Orsini Odescalchi, che qui costruirono uno degli ultimi e dei più grandi castelli per arcieri in Europa. Ecco allora che accanto al castello si sviluppa un delizioso borgo dal quale è possibile ammirare una bellissima panoramica del lago.

Uno degli ambienti più affascinanti dell’intero castello è la sala dedicata ad Isabella de’ Medici.  

Nella sua stanza, arredata in stile veneziano con mobili del ’600, è perfettamente conservato l’elegante letto a baldacchino, ma anche il suo armadio. Sembra quasi di vederla, mentre guarda pensosa il lago, affacciata al suo balcone.  Chiudendo gli occhi, sembra quasi di poter sentire il suo profumo.

Isabella, andata in sposa nel 1560 al duca Paolo Giordano Orsini, fu una donna amante del lusso e dei piaceri, con numerosi amanti scelti frequentemente tra la gente dei dintorni. Si racconta che amasse presenziare ai numerosi e lascivi eventi mondani del castello, coperta di soli veli.

La leggenda racconta anche che aveva fatto costruire un trabocchetto in un passaggio segreto (ora murato, ma che ancora viene mostrato ai visitatori) dal quale si dice facesse uscire di nascosto l'amante di turno.

Svanita la passione, uccideva l'amante facendolo cadere nel trabocchetto al fondo del quale erano state poste lame affilatissime.

Morì per mano di suo marito che la strangolò, per la sua infedeltà, con un nastro di seta rosso, sul suo stesso letto. Si dice, però, che fu una scusa perchè Lui era ancora più infedele di Lei.

Secondo molta gente del posto, è ancora possibile incontrare il fantasma della bella Isabella sia nel castello che sulle rive del lago mentre solleva con la mano lo strascico del suo bellissimo abito bianco.

 Oltre alla storia del fantasma di Isabella ho trovato quest'altra intrigante leggenda, raccontata da StregAlisYa.

Le Streghe di Bracciano.

Una leggenda popolare narra che tre streghe abitavano nei pressi del lago di Bracciano in tre punti diversi,una a Anguillara,Trevignano e Bracciano la diceria vuole che la strega di Bracciano abitava nel bosco situato sopra alla località chiamata Santo Celso dove tutt'oggi si dica che ci sia la presenza di un fantasma...

All' inizio le tre Streghe erano unite tra loro, ma poi un violento litigio le separò rendendole acerrime nemiche cosi che si fecero la guerra tra loro con sortileggi e incantesimi fino alla fine delle loro vite.

Si vocifera che uno degli spiriti di queste streghe sia ancora in circolazione nei pressi del lago di Bracciano e che sia ancora possibile avvistarlo sulle rive del lago.

Comunque Bracciano come molti di questi paesi è sempre stato popolato da antiche supersizioni e usanze stregonesche della magia popolare,e i racconti sono sempre stati tramandati dalle nonne che si riunivano in cucina passando alle proprie nipoti la notte del 25 dicembre doni magici come quello di togliere il malocchio e di fare incantesimi detti anche nel gergo popolare fatture con vari utensili quali: candele,spilli,lacci,foto ed altri materiali facilmente reperibili come le erbe usate normalmente in cucina: rosmarino,basilico,timo ecc...

Nelle tradizioni popolari infatti alcune streghe erano dette anche Erbarie,donne che usavano la magia delle erbe sia per guarire, come le famose guaritrici di campagna, che per allontanare invidie,malocchio e sfortuna.

La magia e le sue leggende sono sempre state presenti in questi posti...e quindi pare plausibile che il famoso fantasma del lago di Bracciano possa essere lo spirito di una delle tre streghe che abitavano li.

Sicuramente il Bosco di Santo Celso è un luogo affascinante e suggestivo con una notevole energia...e StregAlisYa ci racconta di aver personalmente visto un fantasma in una notte mentre passeggiava per godersi una fresca serata estiva.

" Be sinceramente ora non so se le tre Streghe del lago di bracciano siano realmente esistite,ma so con certezza che uno spirito si aggira in quel luogo cosi affascinante immerso nella natura e nelle leggende".

Ma non solo Lei racconta di aver visto un fantasma ed anzi vi posso assicurare di aver sentito di persona una testimonianza che assicura di aver visto una presenza eterea apparire dal nulla sul bordo di un dirupo sul lago. 

Torna all'indice del Lazio

 

 Indice argomenti principali    

   
 Stampa   

data-full-width-responsive="false">

   BELLEZZE_CENTRO_ITALIA * Da vedere nel Lazio * I fantasmi del lago di Bracciano
Copyright (c) Krsna Deva   Dichiarazione per la Privacy