Tesori Templari in Toscana    

Il Tesoro dell'Ordine dei Cavalieri Templari

 

Ritrovato ??????


Centro storico di Sovana. Foto WikipediaVolete andare in Toscana per trovare luoghi affascinanti ? Volete vedere la Toscana con un occhio diverso, sotto una diversa prospettiva, scoprire la Toscana misteriosa delle leggende e dei tesori...non solo d'arte ma anche d'oro e gioielli ? Siete nel sito giusto. Venite  con noi seguiteci nei nostri racconti e magari andate a visitare i luoghi con i vostri bambini, potrebbero nascere novelli Indiana Jones.

 

Dicevano fosse solo leggenda o peggio un'invenzione dello scrittore Alessandro Dumas che raccontò la famosa storia del Conte di Montecristo e del tesoro dell'abate Faria.
Come enunciato nella Home page di questo sito spesso, da leggende o racconti fantasiosi, si può risalire a fatti veramente esistenti. C'è spesso una radice storica anche nei racconti di fate ed, in questo caso, nella leggenda che Alessandro Dumas ambientò nell'isola di Montecristo. La leggenda a cui ci riferiamo è quella che prende spunto dalla tradizione che vuole che sotto l'altare di una chiesa dedicata a San Mamiliano fosse nascosto un tesoro d'immenso valore. Sull'isola di Montecristo c'era proprio una chiesa dedicata a questo santo ma sotto il suo altare non fù mai trovato l'agognato tesoro.
In altri testi si racconta che il tesoro sia nascosto sempre sotto l'altare di una chiesa dedicata a San Mamiliano situata genericamente in territorio toscano. Ed ecco allora l'epilogo di questa storia. Proprio pochi giorni fa è stato trovato un prezioso tesoro costituito da 498 preziosissime monete d'oro di epoca romana provenienti da Costantinopoli, Arles e Ravenna.


Le monete, il tesoro è stato ritrovato proprio sotto l'altare di una chiesa dedicata a San Mamiliano ma non nell'isola di Montecristo. Durante un intervento di restauro in una sperduta chiesetta della maremma toscana, sotto l'altare della chiesa sconsacrata dedicata a San Mamiliano nel borgo medioevale di Sovana in provincia di Grosseto, sono state ritrovate le 498 monete d'oro di inestimabile valore.
Eppure a ben vedere la storia dei luoghi e dei misteri della toscana poteva portarci a questa scoperta solo se avesse avuto più fede nelle leggende e nelle storie di cui questa regione è stata testimone. Non scordiamoci che la toscana è sempre stata luogo di misteri, di passaggio di cavalieri Templari, di sette massoniche e di opera d'arte che costellano questa regione e che in ogni luogo nasconde simboli, simbolismi, misteri e segreti.

Da San Galgano ai vicoli dei bellissimi paese medioevali, dal bellissimo pavimento del Duomo di Siena  con i suoi simbolismi fino al castello di Poppi od all'esoterico tempio di Montefoscoli.  

Non perdiamo l'occasione di visitare il bellissimo borgo medioevale di Sovana, forse nella speranza di trovare qualcosa sfuggito ad altri cercatori di tesori. 

L'attuale centro storico di Sovana si sviluppò nel corso del Medioevo nelle vicinanze della preesistente necropoli etrusca, sotto il controllo della famiglia Aldobrandeschi, che vi fece edificare un castello intorno all'anno mille. In epoca medievale divenne anche libero comune e diede i natali a Ildebrando di Sovana, divenuto in seguito papa Gregorio VII; fu anche capitale dell'omonima contea. 

Alla fine del Duecento venne ereditata dagli Orsini seguendo il medesimo destino di Sorano e Pitigliano fino al Quattrocento, epoca in cui il centro venne conquistato dai senesi.

A metà Cinquecento la definitiva caduta della Repubblica di Siena portò Sovana nelle mani dei Medici, che la inglobarono nel Granducato di Toscana.

Purtroppo siamo arrivati tardi alla scoperta di questo tesoro ma il suo rinvenimento ci deve spronare a cercare anche nelle leggende, nei più piccoli messaggi che la storia ci lascia attraverso racconti che nel tempo assumono una connotazione più fantastica che storica, quei segnali ad uso di coloro che, appassionati di misteri, sanno cercare e  leggere tra le pieghe della tradizione e dei racconti che sembrano solo fantastici.


Rimane il mistero di chi fossero le monete, del perchè furono nascoste in quel luogo. La loro provenienza lascia supporre qualche collegamento con l'ordine dei templari e forse, tramite questi, con la massoneria. Non tralasciamo di proseguire nella ricerca di altri tesori in questa regione, nella maremma, luogo sicuramente transito di eroi e cavalieri crociati che di ritorno dalla loro "santa" crociata, forse nascosero qui parte dei loro tesori per preservarli da altri pericoli o per usarli per altri fini.  
Le monete si possono ammirare nel museo di Sovana (tel. 0564 614074).

Ritorna all'indice della Toscana

Torna ai tesori

   
 Stampa   
Affascinanti viaggi alla scoperta di storie e curiosità di luoghi misteriosi da visitare, Ori e tesori nascosti da trovare, Misteri e curiosità delle piante e del cibo, Storie di Eroi Minori, Guide in pdf da scaricare gratis

Partenza per il

CENTRO ITALIA

SUD ITALIA

SARDEGNA & SICILIA

  Oppure vai  ai luoghi misteriosi di ogni singola regione

 Indice argomenti principali    
   
 Stampa