PER LA RICERCA NEL SITO

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e/o di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze.Se prosegui nella navigazione accetti il loro utilizzo. Per info leggi L'INFORMATIVA SINTETICA E/O ESTESA 

 Dichiarazione per la Privacy

Inizia un affascinante viaggio verso i

Luoghi del mistero

storie e curiosità di luoghi misteriosi da visitare, Ori e tesori da trovare, Misteri e curiosità delle piante e del cibo, Storie di Eroi Minori, Guide in pdf da scaricare gratis

Buon Viaggio
  Link dei luoghi misteriosi suddivisi per regione geografica

Angera

sul lago Maggiore

 

 

Rocca Borromea di Angera

è sempre stata un punto d'incontro lungo le linee che uniscono la storia degli umani con la storia di quelle presenze che ingentiliscono l'etere o tormentano i sogni.

Prima di arrivare alla leggenda della Porta magica mi sembra interessante ricostruire la storia del luogo richiamando la vostra attenzione su alcuni elementi  affascinanti o solo intriganti

 

Forse sarà difficile riuscire a rappresentarvi il collegamento tra i vari eventi che si sono succeduti nel tempo ma .....proviamocigli.

 

In epoca preromana la località era abitati dalla tribù "Vico Sebuini", di origine celtica i cui druidi (maghi) qui eressero una  fortezza a guardia di......qualcosa di particolare.

 

In epoca romana fu ampliata la precedente postazione militare ed edificata la base di quella che oggi è un'imponente fortezza, la Rocca Borromea di Angera.

 

Con la caduta dell'Impero Romano e della forza che molti dicono esercitasse a contenimento di forze oscure e sconosciute,  il compito di sorvegliare il luogo venne assunto dagli Arcivescovi di Milano.

 

Nel Duecento la Rocca fortificata passò in mano alla famiglia Visconti che la trasformò in una maestosa fortezza, in posizione dominante su tutto il paese.

 

Dal 1449 la Rocca è di proprietà della famiglia Borromeo, quella del famoso Carlo che, dal paese di Arona sull'altra sponda, sorveglia il posto con la sua  statua colossale.

 

Da questa parte del lago Maggiore la Rocca domina il paese con la sua presenza imponente a guardia di....... 

Che ne dite ? non sembra anche a voi che possa esserci un filo conduttore (esoterico) tra i vari controllori della Rocca. Ha questo un senso .....forse ,ma andiamo al nocciolo della leggenda.

Lungo la strada di accesso alla Rocca, si trova una spelonca; è una cavità naturale di forma ellittica, misura circa m. 7,50 x 4,70 e, nel punto più alto, la volta è a circa 5 metri dal suolo.

Nel periodo detto paleolitico medio, compreso tra i 200 000 e i 40 000 anni fa, nella grotta forse vi trovò riparo anche il nostro antenato magico, l' Homo neanderthalensis, comunemente detto di  Neanderthal e forse fu abitata anche dal "piccolo popolo" (elfi soprattutto); rimane comunque il fatto che da sempre questa grotta è stata il centro di di un mistero e di un controllo "particolare" tramandato da .....sempre.

 

In epoca romana fu dedicata al culto del dio Mitra, divinità di origine orientale che secondo la dottrina è nato da una roccia di una grotta. Sembrerebbe proprio che possa essere uscito da una porta apertasi nella roccia  ?

 

Ed abbiamo quindi risalito il percorso fantastico per arrivare a ricostruire le fondamenta della leggenda della Porta verso altri mondi, nella Grotta delle Fate.

La leggenda narra che questa grotta nasconde una misteriosa porta, magica, invisibile e metafisica, che solo ogni cento anni dicono aprirsi.

 

Le antiche ed esoteriche scritture indicano che qui vi è un misterioso passaggio, una porta che permetterebbe l'accesso ad altre dimensioni, un passaggio verso mondi sconosciuti accessibili solo agli iniziati.

 

A guardia di questo accesso vi sarebbero ancora oggi severi custodi, Fate bellissime e discendenti umani degli antichi culti, per preservare l'umanità dalle ostile presenze che periodicamente cercano di varcare l'accesso al nostro mondo.

Se andate ad Angera non dimenticate di visitare il Museo della Bambola, una collezione di oltre mille pezzi tra le più ricche d'Europa.

 

Ma come mai il Museo delle Bambole è proprio li ? Comunque visitatelo è molto bello e chissà, potreste trovare le Fate che riposano di giorno, dopo il loro turno di guardia.

 

Per la ricerca di TESORI segui questo link

Oppure

Visita altri Luoghi e Misteri della Lombardia

 Indice argomenti principali    

..

   
 Stampa