Login    venerdì 24 maggio 2019  

 Informazioni    

. .

   
 Stampa   
Affascinanti viaggi alla scoperta di storie e curiosità di luoghi misteriosi da visitare, Ori e tesori nascosti da trovare, Misteri e curiosità delle piante e del cibo, Storie di Eroi Minori, Guide in pdf da scaricare gratis

Partenza per il

CENTRO ITALIA

SUD ITALIA

SARDEGNA & SICILIA

  Oppure vai  ai luoghi misteriosi di ogni singola regione

Torna all'indice della Lombardia

 

IL SERCOL

Molti si sono interessati del misterioso "Sercol"  di Nuvolera, il grande cerchio di pietre sepolto sulle montagne della provincia di Brescia.

 

Nuvolera (Nigoléra in dialetto bresciano) è un comune di 3.683 abitanti della provincia di Brescia. Nuvolera è un piccolo paese situato a metà strada tra la città e il lago di Garda. È circondato da colline e fortunatamente ha ancora numerose zone di verde, in particolare il monte cavallo sulla cui cima potete trovare il Sercol.

Molte sono le voci e molte le leggende che parlano di questo luogo ...maledetto o ...di culto ma che comunque citano questo luogo come se fosse tabù celato nel bosco oscuro nei dintorni di Nuvolera, sulla cima del Monte Cavallo. Dalle lungo sere invernali passate intorno ad un fuoco ad ascoltare i racconti bisbigliati dalle anziane del paese siamo ora passati a Facebook ed è così che di generazione in generazione il misterioso Sercol sta attraversando i secoli.

Si proprio su Facebook ora si sta svolgendo un interessante scambio di post che parlano di questa strana leggenda. Armando Belleli ci racconta della curiosità che lo ha catturato spingendolo prima a scrutare dal cielo, grazie a Google Earth, e poi scandagliare di persona, palmo per palmo, il Monte Cavallo alla ricerca delle misteriose geometrie di massi posti li da chissà quali civiltà, da chissà chi ???

Un gigantesca pietraia disposta a cerchio perfetto, realizzata ammassando parecchie centinaia di tonnellate di pietra bianca ma con quale funzione, per quale scopo? Ci troviamo forse di fronte ad un’antico castelliere, una fortezza dell’età del bronzo ormai dimenticata? O forse ci troviamo in un luogo sacro,dove tra misteriose liturgie venivano onorati antichi Dei?

E qui arrivano le prime interpretazioni: Alberto Pozzi, che da cinquant’anni gira il mondo per motivi di studio, dalle necropoli irlandesi fino ai remoti Moai dell’Isola di Pasqua, non ha dubbi: quello che ci ritroviamo davanti è un antichissimo luogo sacro, un cerchio delimitativo di una zona sacra, senza funzioni difensive ma con scopo di culto e molto probabilmente di osservazione astronomica. Una vera e propria Stonehenge italiana.

Un caso estremamente raro,se non unico,per il nostro Paese. Frutto di una civiltà progredita e con raffinatezza costruttiva, data la regolarità del cerchio, è stato costruito da parecchi uomini facenti parte di una comunità cospicua e con un’economia abbastanza forte da poter permettere loro di allontanarsi per lungo tempo dal lavoro dei campi per dedicarsi alla sua costruzione. Al suo interno, alla luce delle fiaccole, antichi sacerdoti recitavano preghiere e compivano sacrifici per scongiurare la siccità e garantirsi ricchi raccolti,

Ma altre voci si levano, che per completezza d'informazione siamo costretti a riportare.

C'è chi dice che il cerchio di pietre risalga ai XII secolo e sia d'origine Longobarda, una stazione di avvistamento o un cimitero della tribù degli Arimanni stanziati alla corte della badessa Armengarda. Peccato però che gli Arimanni non erano una tribù, ma una casta guerriera longobarda(Hari-Mann,uomo nobile)..e che molto difficilmente si sarebbe trovato qualche superstite Longobardo nel 1100 perchè già da 4 secoli i Longobardi erano spariti. Forse può sopravvivere l'ipotesi del cimitero ma comunque sicuramente sopravvive il fascino del luogo ed il suo mistero.

Ma sempre in zona non dimenticate di visitare il sito degli spaziali nel parco rupestre di Capo di Ponte che con oltre 40.000 incisioni su pietra è considerato patrimonio dell'umanità

Torna all'indice della Lombardia

 Indice argomenti principali    

   
 Stampa   

data-full-width-responsive="false">

   LUOGHI DA VEDERE NEL NORD ITALIA * Milano e la Lombardia * Il Sercol
Copyright (c) Krsna Deva   Dichiarazione per la Privacy