Login    mercoledì 19 giugno 2019  

 

 Informazioni    
   
 Stampa   
 PITIGLIANO    

Pitigliano

Nell'incantevole Toscana, nell'area del Parco archeologico del Tufo, troviamo un borgo costruito sulle rocce di tufo che dovete assolutamente visitare: Pitigliano.

Non solo per la bellezza del posto ma soprattutto per “provare” di persona le strane sensazioni del luogo e per scoprire misteri inaspettati e segreti affascinanti, nel nostro solito viaggio tra storia, cultura e fantasia. E, chissà, forse un tesoro nascosto.... Si un vero tesoro ! Beh ! forse non proprio enorme ma sicuramente qualche gioiello, moneta o un pò d'oro.

Pitigliano, con le sue strutture di color ocra, sembra esser stato generato dal tufo stesso.

Questo borgo nell’antichità fu un importante centro della civiltà etrusca.

Le tracce di tale passato sono ancora visibili attraverso le famose cantine ricavate appunto da antiche tombe estrusche e che conservano, spesso, il vino Kasher, il famoso vino ebraico.

Ma come mai, qui si produce un vino di stretta osservanza ebraica ?

Perchè Pitigliano, fin della fine del quattrocento, era divenuta per gli ebrei un importante centro di rifugio nell’Italia centrale... a causa delle restrizioni dovute alle Bolle papali del 1555 e 1569 nello Stato Pontificio e ai provvedimenti del Granduca di Toscana del 1570 e 1571.

Infatti rimasero immuni alle restrizioni i piccoli feudi indipendenti al confine tra Toscana e Lazio, come la Contea di Pitigliano degli Orsini.

La presenza degli ebrei crebbe negli anni e significativo fu l’arrivo di ebrei dalla città di Castro, distrutta nel 1649 e di cui Pitigliano fu moralmente l’erede.

Altri ebrei giunsero da Scansano, Castell’Ottieri, Piancastagnaio, Proceno e poi nel settecento da Santa Fiora e Sorano, le cui Comunità ebraiche si avviavano ad estinguersi, mentre Pitigliano rimaneva l’unica Comunità ebraica in Maremma.

In questo antico borgo la comunità ebraica fu sempre molto importante ed influente ed il suo legame con il territorio forte e “particolare” tanto che la cittadina venne designata come la “piccola Gerusalemme”.

Ma perché il legame è così “particolare” ?

Durante la Seconda Guerra mondiale, qui trovarono rifugio e protezione molti ebrei, nascosti nei cunicoli che attraversano il sottosuolo del borgo.

Sotto Pitigliano c'è un vero mondo sotterraneo, nascosto a molti, che molti dicono e sussurrano racchiuda i tesori nascosti nei secoli dai molti ricchi banchieri e, più recentemente, dai poveri ebrei che qui trovarono rifugio durante le persecuzioni naziste.

Parliamo dunque del mondo sotterraneo di Pitigliano e torniamo quindi agli etruschi e forse troveremo delle risposte.

Torniamo agli etruschi ed alle loro antiche Vie scavate nel tufo.

Si tratta di percorsi con pareti spesso alte anche venti metri, alcune lunghe circa un chilometro, dalla larghezza di circa due o tre metri. Questi spettacolari e suggestivi percorsi tracciati dagli Etruschi scavando la viva roccia, perché sono stati realizzati?

Erano solo vie di comunicazione, come sostengono alcuni, o percorsi sacri?

Non è facile dare una risposta, però è indubbio che in prossimità di ogni Via Cava sono state rinvenute necropoli, più o meno numerose.

Ma soprattutto queste vie ci aprono al vero mistero che avvolge Pitigliano, anzi più che avvolgere possiamo dire che si tratta di un mistero... sotterraneo… 

Si !!! è il mondo sotterraneo di Pitigliano che ci riserva le maggiori sorprese. Se si entra in una delle case del borgo vecchio, in una casa che sembra normale, una comune casetta con la solita cucina, con la stufa a legna e la sala da pranzo e tutte le altre stanze e arredamenti normali, ma poi si scendono 3 o 4 scalini scavati nel tufo… ci si trova in un'altra ambiente, lontano nel tempo.

Stanze scavate nel tufo, corridoi che ti portano nelle viscere della terra e nella cittadina nascosta di Pitigliano.

Sono le antiche abitazioni costruite più di 1000 anni fa, attorno al 900 D.C., ricche di colonne delle quali ognuna ha il suo capitello scolpito nel tufo.

Prendiamo ad esempio la cantina …. (non lo cito perché non vuole turisti tra i piedi… però si chiama Berra .. zitti e non dite che ve l’ho detto io), un cittadino qualsiasi... ebbene dalla sua cantina, scendendo sempre più in profondità troviamo un salone con delle colonne sulle quali sono scolpite immagini falliche.

Si pensa che questo salone fosse in antichità un tempio destinato a culti pagani.

Qui si coltivavano riti particolari evocati da sette religiose ed era un probabile luogo di riunioni sabbatiche.

In un’altra cantina possiamo trovare altri simboli: triangoli e compassi, simboli che lasciano supporre che questo luogo venisse usato come posto di ritrovo per riti massonici.

Ed al riguardo non vi sfugga che Pitigliano è sovente luogo per convegni universali massonici, anche con il patrocinio del comune (ad esempio quella Universale del 2009, e quello di 10 logge massoniche del 2010 e vari altri a seguire).

Comunque finora non si conosce molto della Pitigliano sotterranea perché nessuno ha mai fatto degli studi approfonditi (volutamente?? o per nascondere o mantenere riservato un tesoro ?), non ha mai cercato di rendere esplorabili le stanze scavate nel tufo che attraverso cunicoli e passaggi segrete mettono in comunicazione luoghi anche molto distanti.

Ed ecco quindi riunire tra loro gli elementi misteriosi di Pitigliano:

  • i culti sacri degli antichi etruschi,
  • la “strana” attrazione culturale e forse esoterica che ha condotto gli ebrei in questo borgo fino a farlo chiamare “la piccola Gerusalemme”;
  • i culti di sette esoteriche e le strane cerimonie che si svolgevano nel sottosuolo (o si svolgono ancora ? );
  • il convergere e gli interessi delle logge massoniche sul borgo.
  • un tesoro di storia e cultura, costituito dal mondo sotterraneo che ad oggi, sembra non si voglia aprire al mondo turistico....PERCHè ? O FORSE SI TRATTA DI ALTRI TESORI
Ma se non volete credermi non vi resta che andare sul posto e sentirete senz’altro strane sensazioni, solo a passeggiare per il paese.

Qualcuno di mia conoscenza è dovuto scappare per l’intensità delle vibrazioni percepite.

Comunque non scordate che sono di grande interesse il Duomo e l'acquedotto Mediceo così come le cantine ricavate da antiche tombe etrusche.

La particolare impronta lasciata dagli ebrei continua ancora oggi e si procede ancora al restauro e conservazione dei monumenti ebraici (Sinagoga, forno degli azzimi, bagno rituale, cimitero, museo ebraico) alla scelta di produrre vino kasher nella Cantina Cooperativa di Pitigliano, alla fondazione dell’Associazione “La Piccola Gerusalemme”, che ha come fine la promozione di iniziative per la valorizzazione della storia di Pitigliano.

   
 Stampa   
Affascinanti viaggi alla scoperta di storie e curiosità di luoghi misteriosi da visitare, Ori e tesori nascosti da trovare, Misteri e curiosità delle piante e del cibo, Storie di Eroi Minori, Guide in pdf da scaricare gratis

Partenza per il

CENTRO ITALIA

SUD ITALIA

SARDEGNA & SICILIA

  Oppure vai  ai luoghi misteriosi di ogni singola regione

 Indice argomenti principali    
INDICE ARGOMENTI PRINCIPALI

 Luoghi e Misteri

 

- LUOGHI MISTERIOSI DA VEDERE

 

 - COSA VEDERE IN OGNI REGIONE

 

- ALLA SCOPERTA DI ORO E TESORI

 

- CURIOSITA' E MISTERI DEGLI ALIMENTI

 

- ERBE E PIANTE TRA MISTERO E MAGIA

 

- I MISTERI DI ALTRI MONDI

 

- SPAZIO A DISPOSIZIONE DEI LETTORI / SCRITTORI

 

- Misteri e curiosità del mondo vegetale

- Eroi Minori

- Guide turistiche da scaricare gratis

------------------------

 

 

   
 Stampa   

   BELLEZZE_CENTRO_ITALIA * DOVE ANDARE IN TOSCANA * Pitigliano tesori e misteri
Copyright (c) Krsna Deva   Dichiarazione per la Privacy