Cerca
sabato 19 gennaio 2019 ..:: Mondi_MISTERIOSI » Museo anime purgatorio ::..   Login
--

---- ....

--Pubblicità inserita da Luoghi e misteri--

 

Navigazione Sito

PER LA RICERCA NEL SITO


 Luoghi Misteriosi in Italia    

Dove andare per scoprire

i luoghi più misteriosi

e curiosi in Italia

Abruzzo e Molise

   Basilicata

  Calabria

   Campania

 Emilia e Romagna

 Friuli Venezia Giulia

Lazio

  Liguria

   Lombardia

   Marche

   Piemonte

   Puglia

  Sardegna

  Sicilia

 Toscana 

 Trentino Alto Adige

 Umbria

Valle d'Aosta 

Veneto

   
 Stampa   

 


Se vuoi partire per un viaggio tra cultura, storia e fantasia

IN OGNI REGIONE TROVERAI  LUOGHI AFFASCINANTE DA VISITARE : CLICCA SULLE REGIONI NEL BOX A SINISTRA

SE SEI ALLA RICERCA DI ALTRI MISTERI : TROVI L'INDICE DEL SITO NEL BOX A DX

Oppure scegli tra questa selezione

 

 Luoghi e Misteri    


Il Museo delle Anime del Purgatorio

Nel 1893, padre Vittore Jouet acquistò vicino a Castel Sant'Angelo, suL lungotevere Prati, poco distante da dove oggi sorge il Palazzaccio (vecchio Ministero di Giustizia), un terreno edificabile sul quale, l'anno successivo, cominciò la costruzione della Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio.

La costruzione, che presenta una caratteristica facciata in stile gotico tanto che in molti la credono costruita nel medioevo, fu conclusa nel 1917.

Durante la costruzione, il 15 settembre 1897, nella cappella della Madonna del Rosario, scoppiò un incendio che, sebbene domato in tempi rapidi, lasciò quello che, in un primo momento, fu ritenuto uno scherzo del fuoco.

Qualcosa di strano era rimasto impresso su una parete dietro l’altare, il fumo aveva tracciato un disegno a dir poco scioccante: sembrava un volto, un volto dall’aria mesta e malinconica. Il parroco ebbe la percezione, o volle credere, che era un defunto che cercava di mettersi in contatto con i vivi, un’anima in pena, un condannato a soggiornare in purgatorio. Mosso da tale idea cominciò ad interessarsi ed a ricercare tutte le testimonianze che potessero confermare il suo presentimento. Da questo episodio ebbe inizio il Museo delle Anime del Purgatorio, che prese il posto della piccola cappella della Madonna del Rosario. Da quel primo evento quindi, il religioso prese a ricercare altre apparizioni di anime del purgatorio e non rtardò a trovarne di numerose ed impressionanti. Durante gli anni, padre Jouet raccolse straordinarie e curiose testimonianze che parrebbero confermare l'ipotesi che le anime del purgatorio si manifestino ai vivi per chiedere preghiere e messe al fine di ottenere una più veloce ed agevole ascensione in paradiso.

Qui riportiamo alcune di queste testimonianze:

- 21 dicembre 1838, Giuseppe Stitz stava leggendo un libro di preghiere quando una mano si stampò sulle pagine. Il soggetto dichiarò inoltre di sentire una presenza insolita nella stanza, un soffio di aria gelata, nonché una voce: era la voce del fratello morto da poco che chiedeva di far recitare qualche messa per abbreviare la suo sosta in purgatorio.

- La notte tra il 5 e il 6 giugno 1864, Suor Margherita del Sacro Cuore ebbe un’apparizione. La donna si trovava nel proprio letto: apparve un’ombra indistinta che si fece via via più nitida: era Suor Maria, defunta da non molto. La presenza, vestita con l’abito delle clarisse, sembrava disperata. Spiegò a Suor Margherita, che, quando era in vita, aveva peccato gravemente: aveva desiderato la morte per sottrarsi al dolore della malattia che la tormentava. Per questo avrebbe dovuto passare 20 anni in purgatorio. L’apparizione chiese, quindi, preghiere per affrettare il passaggio in paradiso. Per convincere Suor Margherita il fantasma lasciò un’impronta di fuoco sulla federa del cuscino.

- il 1 novembre 1731, la madre badessa delle Clarisse di Todi ricevette la visita del fantasma di padre Panzini, abate di Mantova. In questo caso due impronte di fuoco furono lasciate sulla tonaca della religiosa e sulla sua camicia. Altre impronte furono lasciate dal religioso passato a miglior vita su fogli di carta e su una tavoletta di legno, su cui rimase anche l’impronta di una croce.

- nel 1814, Margherità Demmerlè di Metz, ricevette la visita della suocera morta da 30anni, che le chiese di compiere un pellegrinaggio al Santurario di Nostra Signora di Marienthal. Dopo aver esaudito la richiesta del fantasma, Margherità ricevette ancora la visita della suocera che la ringraziò e le lasciò un “ricordino”, un’impronta di fuoco sulla veste.

Ci sono ancora molte testimonianze del genere all’interno del museo. Per visitarlo basta recarsi a Roma, Lungotevere Prati, 18 dalle 10,00 alle 12,30 e dalle 17 alle 19 (rivolgersi in sagrestia).

(segnalazione di Luoghi e Misteri: Se t'interessa puoi visitare anche questi altri musei a Roma)

Museo degli scheletri - Chiesa Dell'Immacolata Concezione

Oppure

Il Museo delle anime del  Purgatorio a Napoli

 

Altrimenti

Torna all'indice di Roma

   
 Stampa   
 Indice SITO    

INDICE ARGOMENTI PRINCIPALI

- LUOGHI MISTERIOSI DA VEDERE

 

- ALLA SCOPERTA DI ORO E TESORI

 

- CURIOSITA' E MISTERI DEGLI ALIMENTI

 

- ERBE E PIANTE TRA MISTERO E MAGIA

 

- SPAZIO A DISPOSIZIONE DEI LETTORI / SCRITTORI

------------------------

------------------

   
 Stampa   
 ALTRI ARGOMENTI TRATTATI NEL SITO    

------------------

Dove andare in 

NORD ITALIA    

CENTRO ITALIA    

SUD ITALIA   

ISOLE MAGGIORI

MAROCCO

   
  
.


Vi invitiamo ad approfondire l'argomento "cookies" e vi informiamo che questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi bloccare l'utilizzo dei cookies o solo avere maggiori informazioni vi invito a leggere: - Norme sulla privacy seguite da Google - da EADV e anche QUESTA SPECIFICA INFORMATIVA SINTETICA E/O ESTESA (cliccare sulle frasi sottolineate):

 

Se non hai capito o non riesci a bloccare i cookies, esci da questo sito ma se continui nella navigazione accetti il loro utilizzo.

È concesso  il permesso di copiare, distribuire e/o modificare i testi nostri e di Wikipedia secondo le condizioni delle licenze Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported (CC-BY-SA) e, se non indicato diversamente, GNU Free Documentation License, versione 1.3 o qualsiasi altra versione pubblicata successivamente dalla Free Software Foundation,
 
E' obbligatorio menzionare come fonte questo sito
Copyright (c) Krsna Deva   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation