Login    venerdì 24 maggio 2019  

 Informazioni    

. .

   
 Stampa   
Affascinanti viaggi alla scoperta di storie e curiosità di luoghi misteriosi da visitare, Ori e tesori nascosti da trovare, Misteri e curiosità delle piante e del cibo, Storie di Eroi Minori, Guide in pdf da scaricare gratis

Partenza per il

CENTRO ITALIA

SUD ITALIA

SARDEGNA & SICILIA

  Oppure vai  ai luoghi misteriosi di ogni singola regione

 Ponte d'acqua    

 

Il Ponte dei Salassi, antichi cercatori d'oro

 

Ponte d'Ael - PondelA soli 8 chilometri da Aosta vi è Pondel, una piccola frazione di Aymaville.

 A Pondel troviamo un ponte affascinante non solo per la sua bellezza ma anche perché ci indica l’esistenza di un tesoro che è forse ancora alla nostra portata. E' dato per certo che qui esistesse una ricca miniera di oro e si ritiene che ancora oggi sia  possibile trovare il più apprezzato e cercato metallo di tutti i tempi, l'oro.

Perchè questa "credenza"?

Il ponte-acquedotto di Pondel attraversa, ad oltre sessanta metri d'altezza, l'orrido formato dal torrente Grand Eyvia. E’ una costruzione affascinante e l'unico ponte romano o preromano dotato, oltre che del passaggio pedonale, anche di una galleria completamente coperta alta tre metri. La funzione di questa galleria fa ritenere che si trattasse di un ponte per il trasporto d'acqua. D’altra parte lo stesso nome del luogo: Pondel, o Pond'Ael, come riportano alcune antiche carte, richiama l’idea che fosse un ponte dell'acqua. I muri, per la loro inconsueta ubricazione, fanno pensare che la costruzione del ponte risalga a un'epoca precedente ai romani: agli antichi abitatori di questa zona, i Salassi, popolazione da molti conosciuta come dedita alla ricerca ed estrazione dell’oro. Secondo molti esperti, il ponte serviva a convogliare grandi masse d'acqua dai fianchi della montagna fino a valle, dove i Salassi avevano scavato una miniera per l'estrazione di materiale urifero. Nel 1° secolo a.c. vennero i romani e migliaia di civili e soldati Salassi deportati o uccisi.

Poco per volta la miniera cadde in rovina ed il ponte-acquedotto è forse l'ultima testimonianza di quegli anni lontani.

 

Voci riservate raccontano di aver trovato oro lungo il torrente ed anche nelle viscere della montagna.

 

Torna a luoghi e Tesori

   
 Stampa   
 Indice argomenti principali    

   
 Stampa   

data-full-width-responsive="false">

   Oro ad Aosta
Copyright (c) Krsna Deva   Dichiarazione per la Privacy