Login  Registrazione  lunedì 3 agosto 2015  

PER LA RICERCA NEL SITO

 Luoghi Misteriosi in Italia    

Dove andare per scoprire

i luoghi più misteriosi

e curiosi in Italia

Abruzzo e Molise

   Basilicata

  Calabria

   Campania

 Emilia e Romagna

 Friuli Venezia Giulia

Lazio

  Liguria

   Lombardia

   Marche

   Piemonte

   Puglia

  Sardegna

  Sicilia

 Toscana 

 Trentino Alto Adige

 Umbria

Valle d'Aosta 

Veneto

   
 Stampa   

La riservatezza ed il rispetto della privacy delle persone per noi è importante. Per tale motivo vi invitiamo ad approfondire l'argomento "cookies" e vi informiamo che questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi bloccare l'utilizzo dei cookies o solo avere maggiori informazioni vi invito a leggere: - Norme sulla privacy seguite da Google - da EADV e soprattutto LA SPECIFICA INFORMATIVA SINTETICA E/O ESTESA (cliccare sulle frasi sottolineate):

Se continui nella navigazione accetti il loro utilizzo.

Puoi tradurre questa pagina ---- you can translate this page ------ vous pouvez traduir cette page

 Translate this page

 

 

LERMA (Alessandria)

Lerma - paese d'oroSe volete provare il brivido degli ultimi cercatori d'oro non dovete per forza partire per le Americhe.

Lo sapevate che anche dall'estero vengono in Italia a cercare l'oro ?

E' impossibile ?

NO!!!!  e vi spiego il mistero e vi indico anche il luogo.

Fin da prima che gli antichi Romani riuscissero a sottomettere le popolazioni del luogo queste erano dedite alla estrazione del minerale aurifero.

Negli anni  diverse montagne del territorio compreso tra i comuni di Ovada e di Lerma sono state ripetutamente esplorate da cercatori d'oro.

Ampia era la fama di questi posti fino al punto che anche dall'estero molti cercatori d'oro venivano da queste parti sperando di trovare ricchissimi giacimenti del prezioso minerale.

Altre notizie ed informazioni sul paese di Lerma, sulle sue leggende, storie, mostri e tesori potrete trovarle seguendo questo link: Lerma, un paese da scoprire

Ma ora partiamo alla ricerca dell’oro, l’oro da setacciare lungo
i torrenti della zona oppure, se vi intrigano le leggende, partite alla ricerca del Tesoro delle Rose D’oro.

Seguite queste indicazioni ed arriverete all'oro.

Una  larga  parte  del  territorio  comunale  di Lerma è  inserita  nel Parco  Naturale  delle  Capanne  di  Marcarolo, parco regionale istituito nel 1979 che proprio a Lerma ha  la sua sede logistica.

Situato all’estrema  punta  meridionale  della  regione,  posto  a  cavallo  fra l’ovadese e il Gaviese, è una delle  più  estese  riserve  naturali  del  Piemonte. Si tratta di 85 Km quadrati di territorio montuoso, caratterizzato  da  una  presenza  umana  molto  limitata,  essendo  praticamente  circoscritta  a  circa  cinquanta  persone,  che  abitano  il  nucleo di Capanne di Marcarolo. Il suo territorio è segnato dalle forme  arrotondate  dei  monti  Colma,  Pracaban e Poggio, che fanno corona  alla  tozza  piramide  del  monte  Tobbio (1092 m), il quale domina  l’intero territorio.

Sulla cima della  vetta si erge la chiesetta dedicata a  Nostra signora di Caravaggio, con  locali adibiti a rifugio. Nella parte  orientale  spiccano  il  monte  delle  Figne (la cima più alta, con i suoi  1172  m),  il  taccone  e  il  Leco.  Le zone intorno a Lerma  possono  diventare  meta  di  passeggiate  a  piedi  o  a  cavallo  o  di  vere  e  proprie  escursioni, anche alla ricerca dell’oro.  Per  raggiungere  la località  Cirimillasi  si scende  dal  Paese  al  ponte  sul  Piota
 
prendendo  poi  la  strada  che  si  diparte  immediatamente a sinistra prima di attraversarlo.

Il percorso, costeggia poi la  riva del fiume, che in estate è balneabile e offre tratti sufficientemente profondi da consentire ai gitanti  brevi nuotate.

Se invece si intende partire alla ricerca delle sabbie aurifere e delle Miniere D’oro  allora bisogna cercare lungo  le  valli  del  Piota  e  del  Gorzente. Qui  s’incontrano  cumuli  di  ciottoli  di  cui  è  difficile  capire  la  natura però  si  tratta  dei  residui  del  lavaggio  delle  sabbie  aurifere  che  fin dall’antichità pre romana veniva  fatto in queste valli e che i romani  trasformarono  in  sfruttamento  sistematico  con  l’impiego  di  migliaia di schiavi.  In epoche successive la ricerca aurifera continuò  con  l’escavazione  di 
miniere,  tutt’oggi esistenti, e con l’installazione di due frantoi per la lavorazione  del  minerale.  Lo  sfruttamento,  ad  opera di ditte anglo - francesi, durò  fino alla fine dell’ottocento. Se vi interessano testimonianze in proposito allora vi consiglio una visita al museo  storico dell’oro italiano che verrà  aperto a Lerma, nel quale, oltre ad  ammirare reperti e documenti, sarà  possibile imparare a riconoscere e  a  lavorare  le  sabbie  aurifere  della  zona.

Ma quando cercherete l’oro dovrete stare attenti ai Mostri di Lerma.

 

Buona fortuna

 

 

Torna ai luoghi dei tesori

 

---------

Se invece ti sei stufato di leggere, prova questa selezione di suggerimenti


 

______

 

 INDICE GENERALE    

INDICE DEL SITO

Dove andare in 

NORD ITALIA    

CENTRO ITALIA    

SUD ITALIA   

ISOLE MAGGIORI

-

MAROCCO

   
  
Oppure prova questa selezione

 

 


È concesso  il permesso di copiare, distribuire e/o modificare i testi nostri e di Wikipedia secondo le condizioni
 
delle licenze Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported (CC-BY-SA)
 
e, se non indicato diversamente, GNU Free Documentation License, versione 1.3 o qualsiasi altra versione pubblicata successivamente dalla Free Software Foundation,
 
E' obbligatorio menzionare come fonte questo sito

-

   oro_a_Lerma
Copyright (c) Krsna Deva   Dichiarazione per la Privacy