Login    venerdì 24 maggio 2019  

 Informazioni    

. .

   
 Stampa   

Il Tesoro di Ferrara: il diamante nascosto

A Ferrara c’è un palazzo con la facciata costituita da migliaia di piccole piramidine a forma di diamante.

Nessuno le ha mai contate ma dovrebbero essere approssimativamente dalle 8.500 alle 12.000 piramidine.
Tra una di queste sarebbe nascosto il diamante della corona di Ercole I d’Este.

Ma perchè nascondere "in bella vista" un gioiello così prezioso ?

Perchè nessuno riesce a trovarlo ?

Qualche informazione ci può tornare utile.

Siamo nel XV secolo, un secolo che normalmente viene ricordato solo per il 1492 e la scoperta dell'America, certamente non per l'inizio della costruzione del palazzo dei diamanti di ferrara.
Eppure siamo in secolo di svolta tra il medioevo e l'epoca moderna, tra la civiltà antica e la civiltà moderna
Siamo nel secolo della caduta dell'Impero Romano d'oriente ad opera dell'etnia turca che scesa dalle regioni asiatiche aveva dapprima conquistato e soggiogato le saggie  ed inclusive
popolazioni arabe e che ora consolidava il suo prestigio attraverso la conquista della mitica città di Costantinopoli sede e simbolo dell'antico e per certi versi ancora mistico potere della potente Roma Imperiale.
Era il maggio del 1453 e con la conquista dello strategico stretto dei Dardanelli veniva aperta la porta all'espansione dell'islam verso l'europa.
Certo non sembra molto diversa la storia di ieri e di oggi.
Allora la vittoria arrise ai turchi grazie all'ignavia delle maggiori potenze militari ed economiche del mondo occidentale, Venezia, Genova e Francia, tutte in disaccordo e tutte solo ambiziose di spartirsi le spoglie economiche dell'antico impero e di avere maggiori  vantaggi economici alleandosi ai nuovi potenti turchi.
Così mentre molti occidentali si immolavano nella difesa delle mura di Costantinopoli, i potenti signori occidentali del commercio fermavano le navi,  partite in soccorso della città, a soli pochi chilometri dalla metà.
Gli storici concordano nell'affermare che la sola vista della potenza navale in arrivo avrebbe fatto ritirare l'esercito turco ormai stremato e, forse, ci sarebbe stata...... tutta un'altra storia.

Ma ritorniamo al XV secolo, secolo intriso di forti pulsioni mistiche e ricerche esoteriche, ed al nostro tesoro.
 


Il palazzo dei diamanti fu progettato da Biagio Rossetti per conto di Sigismondo d'Este, fratello del duca Ercole I d'Este, nel 1492.
 Ercole I d’Este diede l’avvio ad un’opera fondamentale per la città di Ferrara: l’addizione erculea, ovvero un ampliamento dell’urbe per rendere la città più prestigiosa, ma anche per  estenderla su alcuni schemi simbolici e astrologici coinvolgendo nel progetto non solo architetti e geometri, ma anche astrologi,
come il famoso Pellegrino Prisciani.
Il Palazzo dei Diamanti è uno dei monumenti più celebri di Ferrara e del Rinascimento italiano, situato in Corso Ercole I d'Este 21, nel Quadrivio degli Angeli, proprio al centro dell'Addizione Erculea.
Tra migliai di piramidine delle sue facciate sarebbe nascosto il diamante della corona di Ercole I d’Este.

Solo lui e il capomastro addetto ai lavori ne conoscevano l’esatta posizione, questione questa che non faceva dormire tranquillo il duca.
Possiamo bene immaginare che neppure il capomastro dormisse profondamente la notte, nella consapevolezza di essere l’unico conoscitore di questo gran segreto.
Ed infatti non passò molto tempo e lo sventurato fu convocato in gran segreto dal duca che gli fece tagliare la lingua e lo accecò, cosicché nessun altro avrebbe conosciuto la disposizione del prezioso gioiello.

La ricerca di geometrie legate alle stelle e alla numerologia non era cosa rara, dato il forte interesse nel passato all’alchimia e al ricercare un’armonia con la natura, con le forze celesti, e quindi con Dio.
La pianta, anche se non distinguibilissima ai giorni nostri, è pentagonale (il pentagono è simbolo di difesa) con una diramazione di strade dal castello estense, che costituisce il centro della città.
IL Palazzo e soprattutto il diamante vero che dovrebbe essere nascosto all’interno del suo perimetro, si trova in una posizione ben precisa perché potesse concentrare determinate energie telluriche direttamente all’interno dell’edificio, dove, non a caso, si tenevano intense sedute riguardo l’astrologia e l’alchimia con studiosi rinomati e colti.
Questo palazzo era stato creato con lo scopo di attirare le forze positive dell’Universo.
Secondo la nuova piantina della città lo stesso palazzo dei diamanti sarebbe stato posizionato in un punto particolare, come ad indicare una stella di grande luminosità in terra.
Il tutto è rapportato alla presenza del diamante con il quale si voleva ricopiare la mappa celeste in terra.

Qual'è la logica seguita dal Duca per posizionarlo ? Penso e spero che qualcuno di voi riesca a capirlo ed a trovare il diamante.

Tentare non nuoce e può essere divertente anche solo fare una visitina al palazzo.

Non fareste un viaggio a vuoto perchè il Palazzo è pur sempre da visitare: al piano nobile ospita la Pinacoteca Nazionale, con dipinti fondamentali della scuola ferrarese dal Duecento al Settecento e al piano inferiore si trova la Galleria civica d'arte moderna e contemporanea, che ospita mostre temporanee di alto livello.

Se vi può interessare ecco il calendario delle prossime grandi mostre del 2015 / 2016


La rosa di fuoco. La Barcellona di Picasso e Gaudí
19 aprile - 19 luglio 2015
Clicca qui per andare alla pagina web dedicata

De Chirico a Ferrara 1915-1918. Pittura metafisica e avanguardie europee
autunno 2015
- titolo provvisorio -

Orlando Furioso. 500 anni
autunno 2016
- titolo provvisorio -

 

Torna all'indice dei Tesori nascosti

Torna all'indice dei luoghi da visitare nella regione

Affascinanti viaggi alla scoperta di storie e curiosità di luoghi misteriosi da visitare, Ori e tesori nascosti da trovare, Misteri e curiosità delle piante e del cibo, Storie di Eroi Minori, Guide in pdf da scaricare gratis

Partenza per il

CENTRO ITALIA

SUD ITALIA

SARDEGNA & SICILIA

  Oppure vai  ai luoghi misteriosi di ogni singola regione

 Indice argomenti principali    

   
 Stampa   

data-full-width-responsive="false">

   palazzo dei diamanti
Copyright (c) Krsna Deva   Dichiarazione per la Privacy